Involtini di Orata con scarola

Print Friendly, PDF & Email
Involtini di Orata con scarola – L’abbinamento particolarmente riuscito tra l’orata e la scarola saltata con filetto d’acciuga, olive taggiasche e pinoli, vi garantisce un piatto d’effetto che conquisterà i vostri commensali anche grazie ad una presentazione molto elegante.. la difficoltà di questa preparazione è sfilettare e diliscare il pesce, operazione che potrete anche delegare al pescivendolo di fiducia..
Involtini orata e scarola

Vota la ricetta: Vote This Post DownVote This Post Up (1 votes, average: 5,00 out of 5)

INGREDIENTI (porzioni per 2 persone)

  • 2 Orate fresche (300 gr circa, cad.);
  • 300 gr indivia Scarola ;
  • 40 gr Olive taggiasche denocciolate ;
  • 1 Filetto d’acciuga sott’olio;
  • Una manciata di Pinoli ;
  • Olio Extravergine d’Oliva ;
  • sale ;

Tempo totale:

Involtini di Orata con scarola – Preparazione

Eviscerate e sfilettate le orate, lavatele ed asciugate i filetti tamponando con carta da cucina.Involtini orata e scarola
Spellate i filetti e tagliateli in due per il lato lungo. Sfogliate la scarola e scottatela per 4 minuti in acqua bollente. Involtini d'orata e scarola 2
Selezionate 8 foglie di scarola, tritate le altre grossolanamente. Tritate grossolanamente anche le olive taggiasche. Coprite i filetti con le foglie di scarola selezionate e formate 8 involtini aiutandovi con degli stuzzicadenti.Involtini d'orata e scarola 3
In una larga padella scaldate due cucchiai d’olio con un filetto d’acciuga sott’olio, quando il filetto si sarà disfatto nell’olio bollente, unite una cucchiaiata di pinoli e le olive tritate. Lasciate insaporire per due minuti e aggiungete la scarola tritata.Involtini d'orata e scarola 4
Cuocete per 2 minuti, mescolando di continuo. Appoggiate sulla scarola gli involtini di pesce, coprite e lasciate in cottura per 8 minuti circa, su fuoco medio , controllando di tanto in tanto che il fondo di cottura non asciughi troppo.Involtini orata e scarola 5
involtini orata e scarola

Precedente Moscardini in umido con olive taggiasche Successivo Gnocchi di zucca in crema di montasio